Apprendistato: la conferenza Stato-Regioni da l’ok alle linee guida per la disciplina del contratto di mestiere

 

Con questo accordo - ha commentato l’assessore della Regione Toscana nonché coordinatore della materia per le regioni Gianfranco Simoncini il 20/2/14, data della firma dell’accordo - abbiamo messo dei punti fermi su un percorso formativo che deve garantire ai giovani, durante l'esperienza del contratto di apprendistato, una effettiva formazione. Prima di tutto si semplifica la procedura che deve essere seguita dalle aziende e si stabilisce che l'offerta formativa pubblica per questo tipo di istituto è obbligatoria ed è disciplinata dalla regolamentazione regionale. Poi - ha continuato Simoncini - abbiamo voluto legare la durata e i contenuti dell'offerta formativa pubblica a un innalzamento delle competenze acquisite nella pregressa formazione scolastica. Inoltre si è puntato molto sulla modernizzazione incentivando anche i diversi strumenti per la formazione a distanza. Nel caso in cui sia l'azienda a voler garantire l'offerta formativa di base - ha concluso l’assessore della Regione Toscana - occorrerà che l'impresa risponda a specifici requisiti di qualità sia in relazione ai luoghi che in relazione ai docenti”.

Affinché le semplificazioni previste trovino concreta applicazione, occorrerà attendere che le regioni recepiscano le sopracitate linnee guida entro 6 mesi.

Il testo dell’accordo.

Cifa Italia Logo