Andrea Cafà (CIFA), La deroga in Sicilia al Piano Garanzia Giovani è un segnale positivo per le imprese

Non dimentichiamo infatti che molte aziende, che in un primo momento erano state tagliate fuori e sono oggi rientrate con la deroga tra i potenziali soggetti ospitanti, sono realtà imprenditoriali consolidate. Siamo fermamente convinti che il mondo imprenditoriale, pur segnato amaramente dal periodo di crisi degli ultimi anni, sia l’unica reale e valida opportunità di crescita esperienziale per i giovani e soprattutto l’unica concreta possibilità di avvicinarsi al mondo del lavoro.

E a supportare ancor di più la nostra convinzione è il fatto che la stessa Regione ha ritenuto opportuno derogare a quanto stabilito dal Piano Garanzia Giovani nazionale escludendo, dall’ambito dei soggetti ospitanti, amministrazioni ed enti pubblici. Illudere i giovani, alimentando il sogno utopico di un “posto fisso” nell'ente pubblico, ingolfando anche temporaneamente un sistema già diseconomico ed inefficiente anche per i costi elefantiaci di personale, sarebbe stato in una regione come la Sicilia, particolarmente inutile e dannoso.

Cifa Italia Logo