OCCUPAZIONE FEMMINILE: CONTRATTI D'INSERIMENTO

inferiore almeno del venti per cento a quello maschile o in cui il tasso di disoccupazione femminile è superiore del dieci per cento a quello maschile.

Considerati, in particolare, i dati forniti dall’ISTAT, rilevazione delle forze di lavoro media 2007, e i dati dell’Eurostat sul tasso di disoccupazione relativi agli anni 2005, 2006, 2007, il decreto identifica per l'anno 2008 le aree territoriali in tutte le regioni e le province autonome, dove ricorrono le condizioni per poter assumere personale femminile con contratto di inserimento e nelle quali sono previste agevolazioni contributive (D.L.vo n. 276/2003).

Pertanto, le aree territoriali di cui all’art. 2, lettera f), del regolamento CE n.2204/2002 della Commissione del 12 dicembre, identificate – per l’anno 2008 – sono le seguenti:

  • Molise
  • Campania
  • Puglia
  • Basilicata
  • Sicilia
  • Sardegna

È importante tuttavia ricordare che gli incentivi economici - di cui all’art. 59, comma 3, del D. Lvo n. 276/2003 - si applicano ai contratti stipulati sulla base del medesimo D. Lvo (art. 54, comma 1, lettera e) purché le lavoratrici abbiano la residenza nelle aree territoriali sopra elencate. (Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali)

Cifa Italia Logo