LIBRO UNICO DEL LAVORO: PROROGA FINO AL 16 FEBBRAIO

riusciti a procedere all’adempimento per via telematica entro la scadenza prevista del 30 gennaio», si legge infatti sul sito Inail. Un provvedimento ragionevole non solo per il numero elevato di domande per comunicare le deleghe ma anche per le difficoltà riscontrate e segnalate da aziende e uffici nell'espletare la nuova procedura. La nuova normativa del Ministero del Lavoro impone infatti a tutte le società private di istituire e conservare il Libro Unico. Datori di lavoro e consulenti abilitati dovranno poi dare comunicazione della delega sulla sua custodia alla Direzione provinciale del lavoro e all'Inail, utilizzando la procedura telematica unificata attivata presso il portale dell'Istituto. Oltre all'aggiornamento del "Punto Cliente", sono previste anche nuove semplificazioni per gli intermediari che gestiscono oltre 100 deleghe. Il Libro unico del lavoro potrà essere tenuto presso la sede legale dell'impresa, oppure presso lo studio di consulenti del lavoro o professionisti abilitati, o anche presso i centri di assistenza di associazioni di categoria di imprese artigiane e piccole imprese, anche in forma cooperativa.

Cifa Italia Logo