seguici telegram1


Il Comitato Industria, Ricerca, Energia (ITRE) del Parlamento europeo ha votato un provvedimento sul rendimento energetico degli immobili che prevede che tutti gli immobili costruiti dopo il 31 dicembre 2018 dovranno produrre tanta energia quanta ne consumano sul posto: ovvero saranno autonomi per il consumo energetico. Secondo il provvedimento del Comitato, gli stati membri dell'Unione europea dovranno assicurarsi che tutti gli edifici di nuova costruzione consumino tanta energia quanta ne producono, utilizzando fonti di energia rinnovabile (ad esempio sfruttando i pannelli solari o le pompe di calore). Non resta fuori da tale provvedimento, però, il patrimonio immobiliare già esistente: si dovranno fissare, ad esempio, percentuali minime di edifici ad energia zero rispettivamente nel 2015 e nel 2020. Ma cosa si intende con la definizione di "immobile ad energia zero"?. Si tratta di un immobile in cui ad un livello molto alto di rendimento energetico, il consumo totale annuale di energia primaria e' uguale o addirittura inferiore alla produzione energetica ottenuta sul posto con le energie rinnovabili.