seguici telegram1

Accesso al credito d’impresa e crisi economica, Cafà (CIFA): quale sostegno concreto dalle Banche?Roma, il 7 Febbraio 2013 – In tempo di crisi economica, come quello attuale, le imprese navigano a vista, senza potere programmare crescita ed investimenti. Il clima di incertezza che si respira nel nostro Paese, non è solo il frutto di una crisi congiunturale che ormai si protrae da diversi anni, ma il risultato di ricette e soluzioni di politica economica, che i governi nazionali semplicemente non hanno mai attuato, pur animando il dibattito politico.
Ed oggi tutto il sistema paese paga il conto, immerso in una spirale involutiva pericolosa: le aziende, quando non chiudono, riducono gli occupati e non fanno investimenti, e questo significa perdita del potere di acquisto delle famiglie, riduzione dei consumi, a fronte di un carico fiscale crescente.

Continua a leggere...

Professioni non ordinistiche, Nicoletti (CIFA): bene la legge, ora lavoriamo sulla valorizzazione e certificazione delle competenze

Roma, 18 gennaio 2013 – E’ stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 26 gennaio 2013,  la Legge n.4 del 14 gennaio 2013, che disciplina le professioni non regolamentate. E’ un passaggio normativo fondamentale, molto atteso soprattutto da alcune associazioni e categorie di liberi professionisti che per la tipicità della loro professione, fino ad oggi non hanno beneficiato di un quadro di regolamentazione a tutela della professionalità.

Continua a leggere...

La Confederazione Italiana delle Federazioni Autonome, CIFA, e la Confederazione Italiana dei Sindacati Autonomi Lavoratori, Confsal, hanno sottoscritto, lo scorso 24 aprile, un accordo interconfederale per la disciplina contrattuale dell’apprendistatato professionalizzante, settori commercio, terziario, servizi, pubblici esercizi e turismo, in attuazione del D. Lgs. n. 167/2011 (Testo Unico sull'apprendistato).

Continua a leggere...

Chiudono mille imprese al giorno, CIFA: servono misure strutturali di sostegno ed incentivi alle PMIRoma, 10 Gennaio 2013 - Anche se le piccole e medie imprese nate sono  più numerose di quelle cessate, negli ultimi 9 mesi del 2012 sono oltre 279mila le imprese (piccole e medie) che hanno chiuso i battenti: praticamente 1.033 ogni giorno.

Continua a leggere...

Dovevano costituire per le imprese creditrici verso la pubblica amministrazione provvedimenti per ridare in tempi veloci “ossigeno” per l’economia, già messa a dura prova dagli enormi sacrifici fin qui sopportati: invece, i contenuti del DM di compensazione crediti fa emergere impietosamente l’esclusione delle imprese siciliane dalle procedure che il decreto ministeriale intende adottare per compensare fiscalmente i crediti vantati dal settore privato verso la PA, motivo: la Sicilia (in compagnia di altre regioni del sud) è tra le regioni sottoposte a piano di rientro relativo alla spesa sanitaria.

Continua a leggere...

Sanatoria solo per gli immigrati. Gli italiani possono aspettareFino al 15 ottobre prossimo, per gli immigrati extracomunitari che svolgono in Italia attività lavorativa non regolare, sarà possibile “emergere” dalla loro condizione, e sanare la posizione contributiva, attraverso il pagamento di un forfait di mille euro e dei versamenti contributivi fino ad un pregresso di sei mesi, a carico del datore di lavoro.

Continua a leggere...

Roma, il 08 maggio 2012 – La crisi economica e sociale ormai ha raggiunto livelli allarmanti: imprenditori suicidi (solo 4 negli ultimi giorni), imprenditori nella disperazione che prendono in ostaggio cittadini ed impiegati dell’Agenzia delle Entrate, ed ancora buste esplosive recapitate alle sedi di Equitalia. Tutti episodi di cronaca da condannare con fermezza, ma che nelle cause scatenanti affondano le radici in una diffusa sensazione di insofferenza per le modalità e l’intensità con cui le istituzioni cercano di risolvere i problemi economici e finanziari del Paese.

Continua a leggere...

Monti - Parti Sociali: restituire fiducia ad imprese e lavoratori per la ripresa del PaeseIn questi ultimi giorni, la ricerca del dialogo con le Parti Sociali promossa dal Presidente Monti e che caratterizza il dibattito politico, si fonda su una stringente necessità per l’esecutivo, dopo la stagione del rientro del debito e delle pressioni fiscali: la ripresa del Paese. I fattori principali su cui Monti chiede alle Parti Sociali di trovare un accordo, prima dei prossimi impegni in sede UE, sono la produttività ed il recupero di competitività.
Secondo Andrea Cafà, Presidente della CIFA, “occorre restituire al sistema economico e sociale un clima di rinnovata fiducia per rilanciare consumi e produttività, necessari ad invertire il ciclo di una congiuntura oltremodo depressiva per le imprese e le famiglie italiane”.

Continua a leggere...

La politica bene comune, la CIFA: maggiore attenzione alle realtà associativeRoma, il 27 Aprile 2012 – “Apprezzo tutti i movimenti di opinione che fanno propria un’idea od una proposta di buon senso, e la condividono e valorizzano utilizzando gli strumenti che oggi la tecnologia rende disponibili: auspico che le nostre istituzioni e la classe politica si rendano più vicini e prossimi ai bisogni della piccola imprenditoria – dichiara Andrea Cafà, Presidente della Confederazione CIFA La nostra confederazione da tempo è impegnata ad alimentare il dibattito sui temi sociali ed economici di chi vuole intraprendere un’attività nel

Continua a leggere...