Una nuova boccata d’ossigeno per gli investimenti innovativi delle piccole e medie imprese. Quasi 700 milioni di euro potranno essere utilizzati, come prima dotazione, grazie ad uno specifico decreto firmato dal Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola. "La politica industriale del Governo Berlusconi scommette sui risultati di ricerca e sull’innovazione garantendo a chi può eccellere gli strumenti per affrontare il mercato globale”, ha detto il Ministro ricordando che “il provvedimento risponde all’esigenza di utilizzare uno strumento selettivo e non generalista per il sostegno di investimenti produttivi e orientato al rafforzamento della competitività del nostro sistema industriale”.
Le risorse dovrebbero consentire l’avvio di circa 300 nuovi progetti avanzati e, in media, si prevede che ciascuna iniziativa innescherà impieghi per 4-5 milioni di euro, di cui metà a carico delle casse pubbliche. Il decreto agevolerà anche i programmi di investimento ad alto contenuto di innovazione nelle quattro Regioni Convergenza, ossia Campania, Puglia, Calabria e Sicilia, utilizzando le disponibilità comunitarie 2007-2013 provenienti dal Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività” e dal Programma Operativo Interregionale “Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Soddisfatto il Presidente della CIFA, Andrea Cafà che ha dichiarato: "Sarà un autunno importante per il rilancio delle piccole e medie imprese che seguono con grande attenzione tematiche quali la ricerca, l'innvoazione e il rilancio del "Made in Italy".

Comunicato stampa

Decreto 23 Luglio 2009